Frasso In Ottobre XVIII Edizione – 27 Ottobre 2018

Sabato 27 ottobre presso l’Area Mercato di Frasso Sabino si è svolta la XVIII edizione di #FrassoInOttobre. La manifestazione, organizzata dal Comune e dalla Proloco, invita i cittadini a riscoprire il valore della terra e delle sue risorse naturali unendo un percorso di degustazione di prodotti tipici del territorio sabino (e non solo) con un momento di riflessione sui temi dell’ecosostenibilità ambientale.

L’evento, promosso dalla Regione Lazio, si è aperto con un convegno-dibattito dal titolo “Sostenibilità e controllo ambientale: un mondo #plasticfree è possibile?”

Il servizio è a cura di Maurizio Rossi ed è stato pubblicato sul network “Tutta la città ne parla”.

Sono intervenuti il sindaco di Frasso Sabino Antonio Statuti, la biologa del circolo Legambiente della Bassa Sabina, Monica Facchin, l’Educatrice Ambientale Daniela Leone, collaboratrice della cooperativa Erica coop, Massimo Pittarello giornalista e spin doctor. Ha moderato l’incontro Simona Maresca, responsabile comunicazione del progetto #SfilataFrasso – Moda e Riciclo.

Il convegno è rientrato tra le attività promosse dal progetto ‘Lazio Plastic Free’ presentato dalla Commissione Cultura della Regione Lazio a luglio. Una sfida rivoluzionaria che vede coinvolti i piani più alti delle Istituzioni. E’ di questi giorni, infatti, la comunicazione della Camera dei Deputati che invita i sindaci dei Comuni della Provincia di Rieti ad aderire alla campagna “Plastic Free Challange” – liberiamo le istituzioni dalla plastica monouso.

Il convegno è stato anche l’occasione per presentare Sfilata Frasso – Moda e Riciclo 2019 con un breve dèfilè di alcuni abiti protagonisti della scorsa edizione. Sono intervenute Serena Benedetti, responsabile del progetto e Alessandra Luzi, presidente associazione Danza Movimento Benessere vincitrice insieme al suo team del premio “Passione Sostenibile” con un abito ispirato alla tutela dell’ecosistema marino.

Rispettare l’ambiente è anche apprezzare i suoi tesori naturali dai paesaggi al cibo. Nell’Area Mercato è stato, dunque, possibile degustare i vini della sabina con il ristorante La Taverna del Tiranno e la birra artigianale “Boerboel Birra” del mastro birraio Giuseppe Agamennone; assistere alla lavorazione della mozzarella di bufala della Fattoria di Nonna Pitta; assaporare i formaggi della Azienda Agricola Morgante Gabriella, la porchetta di Gianni Giuliani e la pizza preparata dalla Proloco Di Frasso Sabino. Non mancherà una degustazione dell’Olio EVO a cura del consorzio Unaprol – Consorzio Olivicolo Italiano.

Per l’occasione è stata aperta al pubblico la Grotta dei Massacci, uno dei più importanti monumenti d’età romana presenti in Sabina, risalente al II secolo d.C.

Durante l’evento sono state utilizzate stoviglie compostabili

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.